Green economy, il futuro è arrivato

“I numeri ci mostrano che le uniche aziende che hanno tenuto nella crisi economica sono quelle della green economy. Sono cresciute, infatti, in fatturato e in occupazione”.Lo ha detto il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti , all’apertura della terza edizione degli Stati Generali della Green Economy alla Fiera di Rimini, due giorni di incontri e convegni per elaborare nuove proposte da indirizzare al Governo, che quest’anno hanno avuto come titolo ‘Lo Sviluppo delle Imprese della Green Economy per uscire dalla crisi italiana’. Realizzato nell’ambito di Ecomondo-Key Energy-Cooperambiente, l’incontro di settore è stato promosso dal Ministero dell’Ambiente e dal Consiglio nazionale della Green Economy, formato da 67 organizzazioni di imprese green, con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Novità del 2014 le 7 sessioni tematiche di approfondimento e consultazione, che hanno elaborato proposte discusse nella sessione conclusiva dell’incontro.

E’ stato ancora il Ministro dell’Ambiente a declinare i concetti fondamentali alla base dei lavori: “Dobbiamo uscire dalla crisi profondamente diversi dal punto di vista industriale e della produzione”. “E’ necessario realizzare un’economia circolare che usi meno materie prime e produca meno rifiuti”. E “il Governo deve puntare a “un cambio di passo anche nella fiscalità: basta a ‘chi inquina paga’, chi inquina vada in galera. E occorre premiare le aziende virtuose”.

Ed eccola, una parte importante della Green Economy, rappresentata a Rimini: sedici padiglioni dedicati alla filiera green. Ecomondo (18esima fiera internazionale del recupero di materia e dello sviluppo sostenibile), Key Energy (fiera internazionale per l’energia e la mobilità sostenibile), Key Wind (Salone dell’energia del vento), Cooperambiente (salone del sistema cooperativo legato all’ambiente), H2R – Mobility for Sustainability e Condominio Eco.”Diciotto anni fa – ha sottolineato il Ministro dell’Ambiente – le aziende partecipanti a questo evento offrivano, con i loro prodotti, un futuro ancora da immaginare. Oggi vendono un futuro attuale, necessario e indispensabile per tutti”.

“Gli Stati Generali del 2014 – ha detto Edo Ronchi, Presidente del Consiglio Nazionale della Green Economy – lanciano un messaggio al Governo: la green economy è la via maestra per uscire dalla crisi. Attenzione a non subire solo le emergenze, ma occorre alzare la testa, guardare cosa fanno i paesi più avanzati. Per aprire nuove strade, è necessario rottamare le vecchie idee di sviluppo”. I numeri degli Stati Generali della Green Economy 2014: oltre ai Ministri dell’Ambiente Galletti e del Lavoro Poletti, oltre 100 relatori e 2.000 partecipanti. Nel corso dell’evento sono stati 2.500 i tweet con #statigreen14, più di 600.000 impressions  registrate dai tweet contenenti l’hasthtag #statigreen14 e piú di 250.000 gli account  raggiunti.

 

Titolo originale: Stati Generali Green Economy, il futuro è arrivato di Francesco P. Mancini | 09 novembre 2014

 

©Futuro Europa®

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...